E’ una disciplina medica e un orientamento di ricerca, che studia le strutture anatomiche e funzionali e in genere i problemi della sessualità maschile, soprattutto nei suoi aspetti clinico-terapeutici. Approndisci

branca specialistica della medicina e della chirurgia, che ha per oggetto lo studio e il trattamento delle malattie dell’apparato urinario maschile e femminile e delle malattie dell’apparato genitale maschile. Approfondisci

Nella visita urologica si affrontano sintomi e patologie dell’apparato urinario maschile e femminile e all’apparato genitale maschile.
La visita andrologica si focalizza maggiormente sui problemi della sessualità e infertilità maschile, disfunzione erettile, eiaculazione precoce, pene curvo.
Se hai dei dubbi su quale visita eseguire fissa un appuntamento da un uro-andrologo così vai sul sicuro.

La visita urologica nell’uomo adulto o andrologica prevede anche l’esplorazione rettale che aiuta il medico a controllare la salute della prostata. Spesso è necessaria, in particolar modo se ci sono disturbi urinari o dolori al basso addome e del perineo. È molto utile sopra ai 40 anni per la prevenzione dei tumori della prostata. Certamente puoi chiedere di non eseguirla ma devi essere cosciente che il medico ha meno possibilità di fare una diagnosi e risolvere il tuo problema. Non è dolorosa ma solo fastidiosa in quanto fa avvertire una voglia di urinare.

No, non è necessaria nessuna preparazione. Devi solo ricordarti di portare gli esami che hai a disposizione, anche se non recenti, la lista delle terapie che assumi e i referti delle precedenti visite.

È un’infiammazione del glande solitamente causata da un’infezione che può essere batterica, fungina o virale. Per il trattamento si usano sia creme o altri prodotti locali e sistemiche come come farmaci in compresse o iniezioni. Prima di iniziare una cura occorre conoscere o presumere il germe che causa la balanite.

Il catetere vescicale è uno strumento flessibile, sottile, cilindrico, che viene essere inserito in uretra e drenare urina dalla vescicale. È composto, normalmente, da silicone o lattice siliconato. Il posizionamento è fastidioso ma non doloroso. Si usa una una crema anestetizzante dell’uretra che limita il fastidio del posizionamento.

Le cause possono essere molte e spesso coesistono più di una.
Schematicamente possono essere:
• cause psicologiche (es. ansia da prestazione)
• cause endocrinologiche o ormonali (es. riduzione del testosterone)
• cause neurologiche (es. Sclerosi multipla, m. di Parkinson)
• cause vascolari (es arteriosclerosi)
• causate da patologie croniche (es. diabete)
• cause farmacologiche (es. terapie con betabloccanti)
• cause chirurgiche o radioterapiche (es. prostatectomia radicale)
• fattori predisponenti (es. fumo, obesità, uso di droghe)

La cisti renale è una qualsiasi struttura renale a forma di sacco che contiene liquido. Può essere semplice (benigna) o complessa (da indagare con gli esami).

E’ un’infiammazione acuta o cronica della vescica urinaria.
La cistite può essere acuta con una forte infiammazione della vescica e in questo caso spesso è causata ga infezione delle urine oppure può essere cronica e perciò persistere da molto tempo. La Cistite emorragica invece è una cistite associata a ematuria (sangue nelle urine).

È l’incapacità di raggiungere e mantenere un’erezione sufficientemente valida da consentire un rapporto sessuale soddisfacente. In passato veniva definita impotenza.
Interessa circa il 13% degli uomini ed è più frequente negli uomini di età superiore a 45-50 anni anche se può presentarsi a qualsiasi età dopo la pubertà. Le cause possono essere psicogene, endocrine, neurogene, vascolari, farmacologiche ed alcune abitudini di vita.

E’ una condizione in cui l’uomo non è in grado di controllare il momento della propria eiaculazione. Questo provoca insoddisfazione nella coppia del rapporto sessuale. Spesso viene definita come un’eiaculazione che avviene prima o entro 3 minuti dalla penetrazione. Può essere curata in modo efficace.

L’ematuria è la fuoriuscita di urine contenenti sangue, sia macroscopica (visibile) che microscopica (visibile solo all’esame microscopico). Il sanguinamento può derivare dal rene, l’uretere, la vescica, l’uretra oppure la prostata. L’ematuria specialmente se macroscopica deve essere sempre studiata con approfondimenti diagnostici. Occorre una visita urologica.

Si tratta di emospermia (o ematospermia). Spesso è causata da una semplice infiammazione della prostata. Occorre comunque una visita urologica per accertare le cause.

No, non è normale anche se è una situazione frequente. Si chiama nicturia e può essere causata da assunzione di molti liquidi prima di coricarsi, da una ridotta capacità di concentrazione delle urine, o da un sovra riempimento della vescica nelle patologie da ostruzione, quali l’ipertrofia prostatica. Occorre una visita urologica.

È una riduzione della secrezione di ormoni sessuali da parte dei testicoli. Può essere primitivo (per una malattia dei testicoli) oppure secondario causato da alterazioni dell’asse ipotalamo-ipofisario).

È un’ecografia con studio ecocolordoppler del flusso sanguigno del pene prima e dopo iniezione di un farmaco a livello dei corpi cavernosi che stimola l’erezione (prostaglandina). Esame non doloroso anche se che prevede l’utilizzo di una siringa con ago sottile per l’iniezione del farmaco.

Il desiderio sessuale o libido può ridursi per molte cause tra cui anche la riduzione patologica degli ormoni sessuali. Occorre controllare i valori di questi ormoni con un esame del sangue.

Se non hai trovato la risposta che cercavi chiedi al medico compilando il modulo qui sotto così che la il tuo dubbio diventi una domanda che verrà inserita in questa sezione e diverrà di aiuto per tutti.